Artisti
Warhol Andy
Andy Warhol nasce a Pittsburgh, Pennsylvania, nel 1928. Dopo gli studi al Carnegie Institute of Technology della sua città, si trasferisce a New York, dove lavora come grafico pubblicitario presso alcune riviste come "Vogue", "Harper's Bazar", "Glamour". Fa anche il vetrinista, disegna scenografie e comincia a realizzare le sue prime pubblicità. Nel 1952 tiene la prima personale alla Hugo Gallery di New York. Intorno al 1960 comincia a realizzare i primi dipinti che si rifanno a fumetti e immagini pubblicitarie, nei suoi lavori compaiono Dick Tracy, Popeye, Superman e le prime bottiglie di Coca Cola. Nel 1962 inizia a utilizzare la tecnica di stampa della serigrafia, rivolgendo l'attenzione alla riproduzione di immagini comuni, ma tratta anche temi carichi di tensione, come i Car Crash (incidenti automobilistici) e Electric Chair (sedia elettrica). Negli anni successivi decide di abbracciare un progetto più vasto, proponendosi come imprenditore dell'avanguardia creativa di massa. Inizia ad interessarsi di cinema e produce due lungometraggi, Sleep e Empire (1964). Sempre nel 1964 espone alla Galerie Sonnabend di Parigi e da Leo Castelli a New York e realizza, per il Padiglione Americano alla Fiera mondiale di New York, i Thirteen Most Wanted Men. L'anno successivo espone all'Institute of Contemporary Art di Philadelphia. Fallito il tentativo di fondare un suo gruppo musicale si lega al gruppo rock dei Velvet Underground, di cui finanzia il primo disco. Pubblica quindi il romanzo A: a novel e produce il primo film in collaborazione con Paul Morissey. Si tratta di Flash, cui seguiranno Trash, nel 1970, e Heat, nel 1972. Nel 1969 fonda la rivista "Interview", che da strumento di riflessione sul cinema amplia le sue tematiche a moda, arte, cultura e vita mondana. A partire da questa data, fino al 1972, esegue ritratti, su commissione e non. Scrive anche un libro, La filosofia di Andy Warhol (Dalla A alla B e ritorno), pubblicato nel 1975. Nella seconda metà degli anni Settanta espone in diverse città europee: Stoccarda, Düsseldorf, Monaco, Berlino, Vienna, Zurigo. Nel 1979 il Whitney Museum di New York organizza una mostra di ritratti di Warhol, intitolata "Andy Warhol: Portraits of the 70s". Negli ultimi anni si occupa anche della rivisitazione di opere dei grandi maestri del Rinascimento: Paolo Uccello, Piero della Francesca e soprattutto Leonardo, da cui ricava il ciclo The Last Supper (L'ultima cena), realizzando anche alcune opere a più mani con Francesco Clemente e Jean-Michel Basquiat. Andy Warhol è considerato uno dei principali esponenti della Pop Art americana. Oltre al suo interesse per le nuove "icone" del XXº secolo, per il linguaggio di massa, che usa senza alcun intento elogiativo o dissacratorio, va ricordata la sua idea di una produzione collettiva, e quasi industrializzata, dell'opera d'arte. Esemplare in questo senso è la vita della Factory, l'officina di lavoro collettivo da lui fondata e all'interno della quale nascono e si sviluppano soluzioni d'avanguardia in diversi campi, come l'arte, il cinema e la musica. Andy Warhol muore a New York nel 1987 nel corso di un intervento chirurgico.
A Coloring Book
    
Children's book
    

Con il contributo di: