Artisti
Lionni Leo
Leo Lionni nasce ad Amsterdam nel 1910. Nel 1925 segue il padre, direttore di una società di oli minerali, a Genova. Si accosta giovanissimo al futurismo: già nel 1921 Marinetti lo invita a entrare nel movimento. Espone le proprie opere in alcune mostre futuriste in Italia. Si trasferisce per un anno in Olanda, prima di stabilirsi a Milano nel 1934. Viene a contatto con gli artisti ed intellettuali che si riuniscono al Caffè Savini; dal 1937 inizia la professione di grafico collaborando con importanti aziende italiane. A causa delle leggi razziali, nel 1939 si trasferisce a Philadelphia. Nel 1941 è responsabile della pubblicità della Ford e della General Electric per l'agenzia pubblicitaria N.W. Ayer, e ben presto diviene uno dei grafici più apprezzati a livello internazionale. Nel 1949 diventa direttore artistico della rivista Fortune, nel 1955 è presidente dell'American Institute of Graphic, tiene varie mostre di grafica e design. Nel 1959, con Little Blue and Little Yellow, inizia la sua produzione di libri per l'infanzia. Nel 1961 rientra in Italia a San Bernardo di Lavagna e produce le sue prime grafiche; dalla fine degli anni Sessanta sperimenta la tecnica del cartone animato e all'inizio degli anni '70 inizia la produzione di bronzi. Nel 1976 pubblica per Adelphi "La botanica parallela", nel 1978-9 espone il Progetto per un giardino immaginario in Italia, Germania e Stati Uniti. Numerosissimi sono i riconoscimenti internazionali, i suoi interventi e cicli di lezioni in università, accademie artistiche, istituti di design di tutto il mondo. Nel 1997 pubblica negli Stati Uniti una sua autobiografia. Muore l'11 ottobre 1999.
Das größte Haus der Welt
    
Das kleine Blau und das kleine Gelb
    
É mio!
    
Federico
    
Im Kaninchengarten
    
Le favole di Federico
    
Little blue and little yellow
    
Pezzettino e altre storie
    
Piccolo blu e piccolo giallo
    
Sulla spiaggia ci sono molti sassi
    
The alphabet tree
    
Turchinetto e Giänettin
    
Where? (Pictures to talk about)
    

Con il contributo di: